Detenuti Pescara leggono Lettere Gramsci

Le 'Lettere dal carcere' di Antonio Gramsci, la novella 'Il treno ha fischiato' di Luigi Pirandello, alcuni dialoghi di 'Aspettando Godot' di Samuel Beckett e la poesia 'Liberté' di Paul Éluard. E' il materiale recitato dai detenuti del carcere di Pescara iscritti alle classi serali e carcerarie dell'Istituto tecnico statale Aterno - Manthoné del capoluogo adriatico. L'iniziativa, che si è svolta giovedì, rientra nell'ambito del progetto nazionale 'Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole' promossa dal Centro per il libro e la lettura. L'obiettivo del progetto, che ha creato un confronto tra gli studenti del corso per adulti dell'Istituto Aterno Manthoné con i detenuti-studenti della Casa circondariale di Pescara, era quello di "leggere come conquista della libertà interiore e di apertura a mondi nuovi".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. AbruzzoWeb
  2. Il Pescara
  3. AbruzzoLive
  4. AbruzzoLive
  5. AbruzzoLive

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Silvi

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...